Uil Puglia

Programmazione Strategica dell’attività di vigilanza per il 2008

Siglato il documento di programmazione dell’attività di vigilanza per il 2008: Lotta al lavoro sommerso, al caporalato, alla dissimulazione dei contratti atipici


   Il Ministero del Lavoro, l’Inps, l’Inail e l’Enpals hanno siglato il documento di programmazione strategica per l`attività di vigilanza relativo all`anno 2008, che definisce gli aspetti finalizzati al potenziamento e alla valorizzazione dell’attività ispettiva soprattutto in relazione al sistema di tutele per i lavoratori, alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro, all’emersione del lavoro irregolare, alla tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
   Il Ministero, in particolare, ha focalizzato l’attenzione sui settori dell’edilizia, dell’agricoltura e sul fenomeno del lavoro precario, in modo da intervenire con efficacia nelle situazioni irregolari e da effettuare una ricognizione che possa delineare i tratti che caratterizzano il panorama italiano.

Lavoro sommerso
   Com’è noto, il lavoro sommerso rappresenta una vera e propria emergenza sociale sia per quanto concerne le prestazioni irregolari, sia per la mancanza di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, sia per l’incidenza negativa sul salario, l’omesso versamento dei contributi e la perdita del diritti del lavoratore.
   Nel settore edile ed agricolo, in particolare, gli interventi ispettivi verranno intensificati in modo da verificare le condizioni di salute e sicurezza nei cantieri, la regolarità dei rapporti di lavoro e la sussistenza di specifiche forme di illegalità (come, nel comparto agricolo, l’indebita percezione dell’indennità di disoccupazione per l’instaurazione di rapporti di lavoro fittizi).
   L’attività del Ministero, inoltre, è volta a combattere il fenomeno del caporalato, per cui gli imprenditori soddisfano il proprio bisogno di manodopera mediante intermediari illegali (i cosiddetti caporali).
   Per quanto riguarda i pubblici esercizi, invece, l’attività del Ministero intende contrastare la scorretta applicazione di alcune tipologie contrattuali di lavoro flessibile mediante la quale vengono violate le norme in materia di assunzione e regolarizzazione delle posizioni previdenziali ed assicurative dei dipendenti.
   Il documento di programmazione pone l’accento anche sulla necessità di verificare che i cittadini neo comunitari e quelli extracomunitari vengano trattati secondo la vigente normativa, sia da parte delle aziende italiane sia da quelle gestite da minoranze etniche (che spesso realizzano vere e proprie forme di sfruttamento della manodopera).
   Nel 2008 l’attività di vigilanza coinvolgerà anche il settore degli impianti e dei circoli sportivi, poiché dal 2005 l’assicurazione IVS Enpals è obbligatoria per gli istruttori e gli addetti a tali impianti a prescindere dalla tipologia di rapporto di lavoro cui sono sottoposti.

Tipologie contrattuali
   Come evidenziato dal Protocollo sul Welfare del 23 luglio 2007, il Ministero ha sottolineato la necessità di vigilare sulla corretta applicazione del part time, del contratto a progetto, del contratto a tempo determinato e dell’apprendistato.
In tutti questi casi, infatti, l’attività ispettiva contrasterà i fenomeni di elusione contributiva dovuta alla dissimulazione di rapporti di lavoro di tipologia subordinata o comunque di natura diversa rispetto a quella dichiarata.

Commenti terminati

Giornale UIL
Stampa TV
UIL Servizi
UIL Servizi
Politiche del Lavoro

Calendario

<< Nov 2018 >>
LMMGVSD
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Aree TematicheSettori © 2012 UIL REGIONALE PUGLIA - Tel. 080.5648991 - Fax: 080.5018967 | Collegati | Powered by Laboratorio Com | Creativity on Media