Uil Puglia

REGOLAMENTO REGIONALE 18 gennaio 2007, n. 4

Legge Regionale 10 luglio 2006, n. 19 – “Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini di Puglia”.


 


Articolo 1 (Ambito di applicazione)


 


TITOLO I ESIGIBILITA’ DEI DIRITTI


Articolo 2  (Accesso universalistico ai servizi e alle prestazioni)


Articolo 3  (Modalità e strumenti per l’accesso unico al sistema integrato dei servizi)


Articolo 4 (Criteri per la individuazione del nucleo familiare)


Articolo 5  (Determinazione dell’Indicatore Situazione Economica Equivalente regionale)


Articolo 6 (Criteri per la compartecipazione alla spesa per il servizio)


Articolo 7 (Carta dei servizi)


Articolo 8 (Valutazione della qualità da parte degli utenti)


Articolo 9 (Reclami)


Articolo 10 (Ufficio Regionale di tutela degli utenti)


 


TITOLO II ORGANIZZAZIONE


Articolo 11 (Assetto istituzionale dell’ambito territoriale)


Articolo 12 (Modifiche dei confini amministrativi dei distretti socio-sanitari)


Articolo 13 (Procedura per l’approvazione dei Piani Sociali di Zona)


Articolo 14 (Assetto gestionale dell’ambito territoriale)


Articolo 15 (Coordinamento di azioni integrate con i Piani Sociali di Zona)


Articolo 16 (Partecipazione e cittadinanza attiva)


Articolo 17 (Gestione dei servizi a rilievo sovra-ambito)


Articolo 18 (Attività di verifica regionale)


Articolo 19 (Poteri sostitutivi)


Articolo 20 (Interventi indifferibili)


 


TITOLO III  RAPPORTI TRA ENTI PUBBLICI E ALTRI ATTORI DEL SISTEMA INTEGRATO


Articolo 21 (Ruolo dei soggetti terzi per la gestione dei servizi)


Articolo 22 (Requisiti generali per la partecipazione alle procedure per l’affidamento)


Articolo 23 (Criteri per la valutazione delle offerte)


Articolo 24 (Istruttoria pubblica per la coprogettazione)


Articolo 25 (Convenzioni per il concorso alla attuazione della rete dei servizi)


Articolo 26 (Altre forme di gestione dei servizi)


Articolo 27 (Definizione degli standard di copertura delle prestazioni)


Articolo 28 (Accreditamento delle strutture e dei soggetti erogatori di servizi socioassistenziali)


Articolo 29 (Requisiti e modalità per l’accreditamento)


Articolo 30 (Procedure per l’accreditamento)


Articolo 31 (Modalità di gestione degli elenchi dei soggetti e delle strutture accreditate)


Articolo 32 (Criteri per la definizione delle tariffe dei servizi)


 


TITOLO IV AUTORIZZAZIONE E CONTROLLO DELLE STRUTTURE E DEI SERVIZI SOCIALI


Articolo 33 (Autorizzazione al funzionamento)


Articolo 34 (Strutture e servizi soggetti all’obbligo di autorizzazione)


Articolo 35 (Verifica di compatibilità per l’autorizzazione di strutture sociosanitarie)


Articolo 36 (Requisiti comuni alle strutture)


Articolo 37 (Requisiti comuni ai servizi)


Articolo 38 (Procedura per l’autorizzazione al funzionamento delle strutture)


Articolo 39 (Domanda di autorizzazione delle strutture)


Articolo 40 (Procedura per l’autorizzazione dei servizi)


Articolo 41 (Attività di vigilanza e controllo)


Articolo 42 (Attività di vigilanza e controllo della Regione)


Articolo 43 (Registri delle strutture autorizzate)


 


TITOLO V STRUTTURE E SERVIZI SOCIALI RICONOSCIUTI


Articolo 44 (Definizione delle strutture riconosciute )


CAPO I (Strutture per Minori)


Articolo 45 (Norma generale)


Articolo 47 (Comunità familiare)


Articolo 48 (Comunità educativa)


Articolo 49 (Comunità di pronta accoglienza)


Articolo 50  (Comunità alloggio)


Articolo 51 (Gruppo appartamento)


Articolo 52 (Centro socio-educativo diurno)


Articolo 53 (Asilo nido)


CAPO II (Strutture per diversamente abili)


Articolo 54 (Norma generale)


Articolo 55 (Comunità alloggio)


Articolo 56 (Gruppo appartamento)


Articolo 57 (Comunità socio-riabilitativa)


Articolo 58 (Residenza sociosanitaria assistenziale per diversamente abili)


Articolo 59 (Residenza sociale assistenziale per diversamente abili)


Articolo 60 (Centro diurno socio-educativo e riabilitativo)


CAPO III (Strutture per Anziani)


Articolo 61 (Norma generale)


Articolo 62 (Comunità alloggio)


Articolo 63 (Gruppo appartamento)


Articolo 64 (Casa alloggio)


Articolo 65 (Casa di riposo)


Articolo 66 (Residenza sociosanitaria assistenziale per anziani)


Articolo 67 (Residenza sociale assistenziale per anziani)


Articolo 68 (Centro diurno)


CAPO IV (Strutture per persone con problematiche psico-sociali)


Articolo 69 (Norma generale)


Articolo 70 (Casa famiglia o casa per la vita per persone con problematiche psicosociali)


Articolo 71 (Comunità alloggio per ex-tossicodipendenti)


Articolo 72 (Gruppo appartamento per ex-tossicodipendenti)


CAPO V (Strutture per adulti con problematiche sociali)


Articolo 73 (Norma generale)


Articolo 74 (Comunità alloggio per gestanti e madri con figli a carico)


Articolo 75 (Gruppo appartamento per gestanti e madri con figli a carico)


Articolo 76 (Alloggio sociale per adulti in difficoltà)


Articolo 77 (Centro di pronta accoglienza per adulti)


Articolo 78 (Centro di accoglienza per persone sottoposte o già sottoposte a provvedimenti privativi o limitativi della libertà personale)


Articolo 79 (Centro sociale rieducativo per persone sottoposte o già sottoposte a provvedimenti privativi o limitativi della libertà personale)


Articolo 80 (Casa rifugio per donne vittime di violenza)


Articolo 81 (Casa rifugio per persone vittime di tratta)


CAPO VI (Servizi Socioassistenziali)


Articolo 82 (Norma generale)


Articolo 83 (Servizio di segretariato sociale)


Articolo 84 (Sportello sociale)


Articolo 85 (Servizio di Pronto Intervento Sociale)


Articolo 87 (Servizio di assistenza domiciliare)


Articolo 88 (Servizio di assistenza domiciliare integrata)


Articolo 89 (Ludoteca)


Articolo 90 (Centro ludico prima infanzia)


Articolo 91 (Tutor)


Articolo 92 (Servizio per l’integrazione scolastica e sociale extrascolastica dei diversamente abili)


Articolo 93 (Centro di ascolto per le famiglie e servizi di sostegno alla famiglia e alla genitorialità)


Articolo 94 (Mediazione familiare)


Articolo 95 (Comunità familiare o casa-famiglia)


Articolo 96 (Affidamento familiare minori)


Articolo 97 (Affido adulti)


Articolo 98 (Affido anziani)


Articolo 99 (Servizio civile degli anziani)


Articolo 100 (Servizio di telefonia sociale)


Articolo 101 (Servizi socio-educativi innovativi e sperimentali per la prima infanzia)


Articolo 102 (Servizi di contrasto della povertà e della devianza)


Articolo 103 (Servizi educativi per il tempo libero)


Articolo 104 (Centro aperto polivalente per minori)


Articolo 105 (Centro sociale polivalente per diversamente abili)


Articolo 106 (Centro sociale polivalente per anziani)


Articolo 107 (Centro antiviolenza)


Articolo 108 (Sportelli per l’integrazione socio-sanitaria-culturale degli immigrati)


Articolo 109 (Autonomia gestionale dei soggetti privati e del privato sociale)


Articolo 110 (Modifiche al regolamento regionale n. 1/2000)

Commenti terminati

Giornale UIL
Stampa TV
UIL Servizi
UIL Servizi
Politiche del Lavoro

Calendario

<< Dic 2019 >>
LMMGVSD
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Aree TematicheSettori © 2012 UIL REGIONALE PUGLIA - Tel. 080.5648991 - Fax: 080.5018967 | Collegati | Powered by Laboratorio Com | Creativity on Media