Uil Puglia

Rinnovo contratto edilizia, Bevilacqua e Busto: “Premessa per importanti novità in una fase delicata”

“Un buon accordo, che pone le premesse per importanti novità in una fase delicata, nella quale tutto il comparto delle Costruzioni ha necessità di ripartire dopo anni di crisi caratterizzati da una vera e propria emorragia di posti di lavoro”: così il segretario generale della Feneal Uil Puglia, Salvatore Bevilacqua, commenta la firma per il rinnovo del contratto dell’edilizia, che interessa più di un milione di addetti.
“Non è soltanto una questione economica – interviene Franco Busto, Segretario generale della UIL Puglia – che pure è importante, ma ci preme sottolineare come sia previsto il potenziamento del Fondo nazionale per il ricambio generazionale, per favorire il raggiungimento del pensionamento anticipato agli edili che abbiano i requisiti soggettivi individuati da apposito regolamento e l’istituzione di un Fondo per incentivare l’occupazione giovanile anche al fine di qualificare sempre di più il settore. Inoltre, e non è un dettaglio di poco conto, per la prima volta è stata riconosciuta la possibilità alle Partite Iva presenti in cantiere di poter accedere alle Cassa Edili. Si tratta di un caso concreto di contrattazione inclusiva per ricomporre diritti e tutele che si rivolge potenzialmente a circa 200 mila persone, non imprese artigiane, figure specialistiche come restauratori, archeologi, geometri, architetti”.
Nel nuovo contratto è stato inoltre salvaguardato il secondo livello di contrattazione territoriale individuando nel 1 luglio 2019 la data per la ripartenza delle trattative. La scadenza del contratto è stata invece fissata al 30 settembre 2020, allineandola alla fine dell’anno Cassa Edile.
Grande importanza ancora una volta è stata data al sistema bilaterale in materia di welfare: “Vale la pensa di sottolineare – afferma Bevilacqua – la costituzione del Fondo Nazionale paritetico per l’assistenza sanitaria integrativa a favore di tutte le maestranze e degli impiegati, alimentato da un’aliquota totalmente a carico delle imprese complessivamente dello 0,60% a favore degli operai, da versare in cassa edile su un minimo di 120 ore e da un contributo specifico dello 0,26% della retribuzione per gli impiegati. In sostanza, la Cassa Edile svolgerà la funzione di sportello a favore degli operai”.

Commenti terminati

Giornale UIL
Stampa TV
UIL Servizi
UIL Servizi
Politiche del Lavoro

Calendario

<< Ott 2018 >>
LMMGVSD
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
Aree TematicheSettori © 2012 UIL REGIONALE PUGLIA - Tel. 080.5648991 - Fax: 080.5018967 | Collegati | Powered by Laboratorio Com | Creativity on Media