Uil Puglia

Esito della II Conferenza d’Organizzazione e dei Servizi della UIL di Puglia e di Bari

Come programmato, si è svolta la II Conferenza di Organizzazione e dei Servizi della Uil Puglia con l’intento di procedere all’attuazione delle variazioni polito-sindacali-organizzative-gestionali intervenute dopo la Conferenza nazionale di Bellaria, ma più dettagliatamente, quelle contenute nello Statuto e regolamento Confederale nazionale. Un appuntamento, quello regionale, anticipato da una serie di riunioni congiunte e specifiche durante le quali si è proceduto ad affrontare argomenti e ad individuare soluzioni, ripresi anche nel corso del dibattito del 16 aprile scorso, e inerenti il proselitismo, le attività di servizio, le comunicazioni, l’assetto territoriale dell’Organizzazione in Puglia, l’attenzione da riservare alle questioni amministrative e gestionali, al rispetto delle regole da parte di tutti coloro che ricoprono incarichi nell’Organizzazione a tutti i livelli.

Per i primi due, ad esempio, si è giunti a definire delle intese tra strutture verticali e orizzontali le quali prevedono un impegno reciproco, insieme alle associazioni e agli operatori dei servizi, per far sottoscrivere le deleghe alle federazioni di categoria a tutti coloro che si rivolgono alle rispettive sedi con un sistema di incentivazione coordinato dall’Unione regionale. A tale proposito, in allegato vi riproponiamo i testi del “progetto di crescita organizzativa” e quello del “progetto organizzativo” sull’incremento dell’attività dei servizi. Sottolineamo che questo è un comportamento che si richiede a chiunque operi e a qualsiasi titolo sul territorio regionale a nome della Uil, ed è questa una ragione per la quale tutte le categorie devono consegnare le rispettive deleghe alle Camere sindacali territoriali. Anche per le comunicazioni, ci si deve sforzare di procedere alla costruzione dell’anagrafe dell’utenza e dell’iscritto, in quanto con questi si deve dialogare coinvolgendoli nelle nostre iniziative o anche per ricordare alcune scadenze fiscali, sociali o di patronato. Sia sul primo che sul secondo argomento trattato, questa Confederazione regionale, al pari delle altre strutture, fa affidamento nella collaborazione e mobilitazione degli attivisti, dei responsabili dei GAU o delle stesse RSA, RSU, RLS, ecc.

All’argomento comunicazione è associata anche la campagna di informazione (news, rassegna stampa, ecc) la quale deve essere ulteriormente diffusa tramite i siti o i blog attivati da un qualsiasi livello dell’Organizzazione regionale; a partire dall’utilizzo di quello regionale (www.uilpuglia.it), dal quale si possono attingere notizie quotidiane. Anche se l’obiettivo resta quello di dover essere presenti fisicamente con i colleghi, i cittadini, in tutti i luoghi di lavoro e di incontro utilizzati o messi a disposizione dalle stesse strutture. Sulla presenza nel territorio, viene confermata la chiusura della Camera sindacale territoriale della Uil Bat (Barletta, Andria, Trani) però, come punto di riferimento confederale, viene attivata una sede sindacale zonale quale referente della Uil Puglia e di Bari.

Una maggiore attenzione sarà riservata alle questioni amministrative e gestionali, nonchè ai comportamenti dei dirigenti, dei responsabili, degli stessi attivisti al fine di far rispettare le regole interne dell’Organizzazione contenute nello Statuto e nel relativo regolamento di attuazione. Sempre nel corso dei lavori, come avvenuto a Taranto, è stata preannunciata la costituzione dell’Università della Terza Età anche nella provincia di Bari, una iniziativa da riprodurre nelle altre province. A livello regionale, si è deciso di realizzare una filiale dell’Istituto di Studi sindacali della Confederazione: uno strumento culturale, di ricerca del patrimonio storico e del movimento sindacale da promuovere anche in terra di Puglia. Inoltre, a breve, si procederà alla costituzione della Consulta regionale dei Servizi.

Queste novità hanno comportato un adeguamento della struttura regionale la quale, subito dopo la chiusura dei lavori della 2a Conferenza ha provveduto a convocare il Consiglio Confederale regionale per procedere all’approvazione del nuovo Statuto regionale che vi sarà inviato tra non molto. Questa impostazione deriva anche da una “consegna” che l’Unione Regionale ha ricevuto dalla Confederazione nazionale la quale le ha assegnato il livello di governo delle presenze della Uil sul territorio, quindi centrale in tutte le dinamiche e le decisioni di carattere politico, organizzativo e di gestione dei servizi, oltre alla verifica amministrativa delle stesse Camere sindacali territoriali e le società dei centri servizi, per la qual cosa ci permettiamo di allegare il riepilogo dei compiti assegnati.

CRESCITAORGANIZZATIVA

Progetto Organizzativo spedito 2013

Commenti terminati

Giornale UIL
Stampa TV
UIL Servizi
UIL Servizi
Politiche del Lavoro

Calendario

<< Nov 2018 >>
LMMGVSD
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Aree TematicheSettori © 2012 UIL REGIONALE PUGLIA - Tel. 080.5648991 - Fax: 080.5018967 | Collegati | Powered by Laboratorio Com | Creativity on Media